STATI GENERALI DELL’OLIVICOLTURA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

31 maggio 2024

Siena, 28 -29 maggio 2024 – La città di Siena ha fatto da cornice a due giornate di straordinaria importanza per il settore olivicolo, accogliendo gli Stati Generali dell’Olivicoltura Nazionale e Internazionale e il Comitato consultivo del COI (Consiglio Oleicolo Internazionale) vedendo Gennaro Sicolo, Presidente di Italia Olivicola, come Vicepresidente dell’assise internazionale. Presso il Centro Convegni Italo Calvino, a Piazza del Duomo, si è svolta questa prestigiosa manifestazione che ha riunito esperti, produttori, studiosi e appassionati del mondo olivicolo. È stata offerta una piattaforma unica per affrontare tematiche cruciali come la sostenibilità, l’innovazione tecnologica, la qualità e la valorizzazione del prodotto olivicolo nazionale e internazionale.

Gennaro Sicolo ha dichiarato:

Sono giornate importanti per l’olivicoltura italiana con colloqui che esporranno la futura programmazione della coltivazione oleicola nazionale. Ringrazio il Sottosegretario Sen. Giacomo La Pietra per la vicinanza che ha espresso nei confronti del settore. Bisogna comprendere come affrontare il cambiamento climatico e le operazioni economiche nel Mediterraneo e nel mondo. L’Italia non si deve sentire sola come per la questione della Xylella”. 

L’epidemia di Xylella continua a progredire divenendo sempre di più un pericolo non solo per la Puglia e l’Italia intera ma anche per gli altri Paesi del Bacino Mediterraneo.

Il cambiamento climatico richiederà mutamenti nell’agricoltura e nella gestione delle risorse idriche al fine di stabilizzare la produzione ed evitare costi elevati come negli anni precedenti. Inoltre, si propongono nuove normative su MOSH/MOAH e rivista la questione del contenuto di steroli negli oli monovarietali italiani. Infatti, conclude:

“Il rispetto nei confronti dei consumatori è fondamentale, così come il loro diritto di consumare un olio extravergine di oliva di ottima qualità.”